Home » Natura

Natura

Sentieri del Mare
Per vivere il mare in tutto le sue varie sfaccettature, dallo sport al relax. Lungo la costa Jonica, a metà strada tra Messina e Catania, c’è la bellissima Taormina e la riserva naturale Isola Bella, uno scorcio di natura immersa nell’omonima baia, collegata con la terra ferma da un istmo di sabbia continuamente modellata.
La Piana di Catania è molto affascinante, con le frequenti eruzioni dell’Etna che ricoprono il territori di lava nera sino al mare.
Pachino accoglie una delle località marine di rara bellezza. Scendendo più a sud la costa diventa frastagliata e rude, con aguzze pietre nere che rendono il paesaggio quasi lunare.

Sentieri del Mare

Sentieri del Mare

Parco dell’Etna
Nel 1987 fu stabilito che l’Etna, il vulcano più alto d’Europa, sarebbe stato tutelato per salvaguardare la flora e la fauna autoctona.
Sono molti i punti d’interesse visitabili, si va dal cratere centrale alla Montagnola, a sud del primo e formatasi a seguito di eruzioni del XVIII secolo, alla Valle del Bove, sul versante est. Sono presenti oltre 200 grotte, che negli anni sono state sia luogo di riparo che di culto.

Etna

Etna

Riviera dei Ciclopi
Da Catania ad Acireale si estende un lungo tratto, denominato la Riviera dei Ciclopi: una meta ambita per il turismo balneare.
Un luogo che è reso famoso prima dall’odissea di Omero, poi dal Verga, ed in fine dal regista Visconti che ambientò il film “La Terra trema”.
Ed è proprio Il nome Riviera dei Ciclopi che prende spunto dalle gesta di Ulisse cantante da Omero.
Ulilsse per sfuggire al terribile Ciclope Polifemo, acceca il gigante del suo unico occhio con un dardo infuocato. Secondo la Leggenda, il Ciclope scaglia contro la nave di Ulisse in fuga tre massi, che tutt’ora si trovano nel tratto di mare antistante Aci Trezza e prendono il nome di Faraglioni.

Riviera dei Ciclopi

Riviera dei Ciclopi

Gole di Alcantara
Dette anche “Gole di Larderia” o “Gole di Francavilla”, le Gole di Alcantara sono alte 25 metri e larghe, nei punti più stretti, 2 metri e nei punti più ampi 4-5 metri.
Il canyon naturale si è formato in seguito ai frequenti terremoti, che hanno spaccato le rocce di basalto che provenivano dalle eruzioni di più di 300.000 anni fa.
La caratteristica di queste gole sta proprio nelle pareti, formate da colate di lava che si sono raffreddate nel tempo assumendo forme svariate, caratterizzanti proprio questo tipo di materiale.

Gole di Alcantara

Gole di Alcantara